Cronaca

Lavavetri in corso Sicilia, pugno in faccia ad un agente di polizia

Il poliziotto ha riportato traumi contusivi a mano e polso ed una prognosi di sette giorni. L'arrestato è accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali

Sono proseguiti nel pomeriggio di ieri i controlli, disposti dal Questore, effettuati anche di mattina per la regressione del fenomeno lavavetri. Durante l'operazione effettuata da personale del commissariato Borgo Ognina, che nel pomeriggio ha interessato l'incrocio tra piazza Repubblica e corso Sicilia, sono stati identificati altri due extracomunitari.

Uno di loro, un nigeriano di 28 anni al momento del controllo si è rivelato particolarmente aggressivo, sferrando un pugno ad un agente e facendogli saltare gli occhiali dal viso. Il poliziotto ha riportato traumi contusivi a mano e polso con conseguenziale prognosi di sette giorni. L'uomo ha tentato la fuga, ma è stato raggiunto dopo 300 metri dagli agenti che, lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, condotto nelle camere di sicurezza in attesa della direttissima di questa mattina.

Il nigeriano è risultato aver fatto ingresso in Italia nell'aprile 2017 ed è attualmente ospite al Cara di Mineo. Per questo sarà segnalato al Prefetto per i provvedimenti del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavavetri in corso Sicilia, pugno in faccia ad un agente di polizia

CataniaToday è in caricamento