Lavoratori Oda da mesi senza stipendio: uno spiraglio dopo incontro con Asp

L'Asp, durante l'incontro che ha avuto con i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, ha garantito che i primi mandati di pagamento sono stati già firmati e che dunque entro pochi giorni i lavoratori riceveranno due mensilità arretrate

Sembra aprirsi qualche spiraglio per le centinaia di lavoratori Oda che da mesi sono senza stipendio: l'Asp, durante l'incontro che ha avuto ieri mattina con i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, ha garantito che i primi mandati di pagamento sono stati già firmati e che dunque entro pochi giorni i lavoratori riceveranno due mensilità arretrate. Per le altre che aspettano - esattamente tre -, nei prossimi giorni si dovrebbero firmare i nuovi mandati di pagamento.

"Quanto ottenuto oggi ci rassicura - dichiara il segretario provinciale della Uil Fpl Stefano Passarello - ma ciò non vuol dire che siamo del tutto soddisfatti perché ciò che ci preme è che tutte le mensilità vengano pagate e che ogni mese non si ripeti questo calvario per i lavoratori. Dipendenti che - ci tiene a sottolineare Passarello - hanno svolto sempre il loro lavoro nonostante le difficoltà, garantendo un servizio fondamentale ai tanti ragazzi disabili che necessitano di assistenza. Per questo motivo chiediamo che venga istituito un tavolo tecnico per monitorare costantemente questa situazione e per scongiurare nuovi ritardi e nuove difficoltà".   

Passarello, infatti, ci tiene a ricordare come l'Asp di Catania deve pagare le fatture per i servizi prestati dall’azienda Oda ogni 40-50 giorni così come previsto da un accordo tra la direzione dell'opera diocesana e la prefettura di Catania. Per questo la UIL FPL auspica che ci sia una direttiva vera che serva per aiutare i lavoratori a non restare in questa agonia che non consente loro di poter provvedere per i bisogni minimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento