Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Scaduti i contratti per i lavoratori precari del bacino preffettizio

Tra marzo e aprile, anche le indennità di disoccupazione si esauriranno e per i dipendenti sarà la fine di qualunque sostegno al reddito

Per l'ultimo gruppo dei 105 lavoratori dell'igiene ambientale sono scaduti gli ultimi contratti a termine. Ma tra marzo e aprile, anche le indennità di disoccupazione si esauriranno e per i dipendenti del cosiddetto "bacino prefettizio" sarà la fine di qualunque sostegno al reddito. I lavoratori e i rappresentanti di Cgil, CISL, UIL, Ugl, Usb e Confsal, insieme alle categorie FP Cgil, FIT Cisl, Uil Trasporti e Ugl igiene ambientale, hanno protestato davanti piazza Duomo per poi spostarsi nella Sala Russo di via Crociferi 40. Per i segretari delle organizzazioni sindacali è però arrivato il tempo di formalizzare con tanto di verbale prefettizio, l'accordo che consente ai lavoratori in questione, di essere reclutati un via preferenziale. "Si tratta di profili lavorativi di cui questa città ha bisogno. Dopo l'accordo che stabiliva il diritto di queste persone ad essere impiegati nei lavori pubblici, visti gli esiti modesti è necessario riconfermare l'intesa tramite un verbale prefettizio. Chiediamo inoltre - concludono- un incontro con i commissari delle aziende che si occupano di servizi ambientali. Se ciò non accadrà, le istituzioni dovranno aspettarsi proteste ben più accese di quelle che si sono succedute in questi mesi; proteste che tutti vorrebbero evitarsi".

Il bacino prefettizio ha accolto un significativo numero di lavoratrici e lavoratori nel corso degli anni, a partire dalla vertenza Cesame del 2005, e ha rappresentato una garanzia da quando i sindacati e il primo cittadino Enzo Bianco hanno raggiunto un preciso accordo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scaduti i contratti per i lavoratori precari del bacino preffettizio

CataniaToday è in caricamento