Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Caltagirone

Lavori sulla provinciale 69 II, Saitta (M5S): “Increscioso ritardo”

Lavori che si sono resi necessari per le alluvioni della piana di Catania dell’ottobre 2018 e per i quali erano stati stanziati i finanziamenti con una deliberazione del Consiglio dei Ministri

Il deputato del Movimento Cinque Stelle Eugenio Saitta è intervenuto a seguito dell’annuncio della consegna dei lavori di sistemazione della strada provinciale 69/II, nello specifico si tratta dell’importante tratto viario che mette in collegamento le due strade statali 417, Catania-Gela e la 385, Catania-Caltagirone. “Ci sarebbe poco da gioire, anzi ci sarebbe da chiedere scusa per l’increscioso ritardo con cui gli enti locali siciliani – Regione e Città Metropolitana – hanno avviato questi lavori. Lavori che si sono resi necessari per le alluvioni della piana di Catania dell’ottobre 2018 e per i quali erano stati stanziati i finanziamenti con una deliberazione del Consiglio dei Ministri. Eppure dopo tre anni non sono stati ancora consegnati. Dopo tre anni di disagi per la comunità del calatino non c’è un politico, responsabile di ciò, che abbia detto qualcosa, che abbia provato a giustificarsi”.

“Da tre anni sono in pressing costante per far partire questi lavori, per segnalare il disagio dei cittadini: mi sono sentito solo e inascoltato dalle istituzioni regionali. Sono tempi pachidermici e umilianti: per di più la consegna lavori doveva avvenire a giugno e sta avvendendo adesso: e siamo quasi ad agosto. Per di più i ristori stanziati per gli agricoltori e per le partite Iva dal governo non sono ancora arrivati. Con la legge bilancio 2018 e con il Proteggi Italia sono state stanziate somme per la Regione per far fronte al post emergenza alluvione: sino a febbraio sono stati spesi solo il 30 per cento dei fondi! Se c’è un fondo noi l’abbiamo già toccato”, dice Saitta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori sulla provinciale 69 II, Saitta (M5S): “Increscioso ritardo”

CataniaToday è in caricamento