“Lavoro in un call center”, il cantautore denuncia il martirio quotidiano dei precari italiani

Una metafora che prende in prestito una delle più importanti figure storiche che l'umanità abbia mai conosciuto per denunciare la moderna schiavitù del precariato

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento