"Le pro loco pronte a garantire maggiore fruizione musei e parchi siciliani

"Siamo pronti, sin da subito, a mettere a disposizione l'esercito di volontari delle Pro Loco isolane al fine di garantire una più ampia fruizione dei musei. In Sicilia la corretta valorizzazione del patrimonio culturale può e deve rappresentare il nostro petrolio bianco", lo afferma il presidente di Unpli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

"Siamo pronti, sin da subito, a mettere a disposizione l'esercito di volontari delle Pro Loco isolane al fine di garantire una più ampia fruizione dei musei.  In Sicilia la corretta valorizzazione del patrimonio culturale può e deve rappresentare il nostro petrolio bianco", lo afferma il presidente di Unpli (Unione Nazionale Pro Loco) Sicilia, Nino La Spina, intervenendo sulla questione dell'apertura  nei giorni festivi e in estate di alcuni beni culturali siciliani,  riportata oggi da numerosi organi di stampa.

"All'assessore assessore regionale ai Beni Culturali Maria Rita Sgarlata - continua -  rappresento con forza la disponibilità delle Pro Loco siciliane ad avviare forme di intese e o collaborazione esclusivamente no profit, secondo le modalità che saranno ritenute più opportune dai tecnici dell'assessorato".

In Sicilia le  Pro Loco contano su 250 associazioni e 20mila volontari, assicurando una  presenza capillare sul territorio isolano e  rappresentando allo stesso tempo un punto di riferimento certo e stabile. 

" Gli operatori delle Pro Loco   - conclude La Spina -  da sempre assicurano  una corretta informazione ed accoglienza turistica. Il  nostro numero verde 800135422, solo nell'ultimo anno ha ricevuto e gestito 20mile richieste di informazioni.  E' questo il termometro del nostro impegno che mettiamo a disposizione del governo regionale".

Torna su
CataniaToday è in caricamento