menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legambiente e la legge sugli ecoreati: l'incontro a Scienze Politiche

La legge non è perfetta, ma come precisa il presidente di Legambiente "quale legge è perfetta. In particolare sulla 'prescrizione' c'è tanto da migliorare"

Si è svolta, presso la facoltà di Scienze Politiche, una giornata organizzata da Legambiente sulla legge realtiva agli Ecoreati la 68/2015. Legge che introduce il reato di "inquinamento ambientale" e di "disastro ambientale". Prima della citata legge qualsiasi illecito ambientale era sanabile con una sanzione amministrativa, invece questa legge introduce il "reato penale" anche per illeciti sull'ambiente.

La legge non è perfetta, ma come precisa il presidente di Legambiente "quale legge è perfetta. In particolare sulla 'prescrizione' c'è tanto da migliorare". Dopo un inquadramento effettuato dalla dott.ssa Vagliasindi, puntuale ma sufficientemente ampio sulle ragioni che hanno portato alla stesura dlla legge, si è passati ad una descrizione della legge stessa, evidenziando pregi e difetti. Coinvolgente l'intervento del consigliere di Cassazione Luca Ramacci che, con racconti e descrizioni, ha fatto "entrare" i semplici cittadini, nella realtà lavorativa della Corte di Cassazione. Anche lui facendo un bilancio ha trovato assolutamente positiva la lg 68 e ritenuto, spesso strumentale l'averla attaccata. Per la Procura con la dottoressa Agata Santonocito ha evidenziato come la mancanza di tecnici specializzati a cui potersi rivolgere rende poco semplice il loro lavoro.

La legge 68/2015, come ha detto anche il presidente di Legambiente Stefano Cifani, è stata fatta "dopo 10 anni in cui il Parlamento, di qualsiasi colore, dormiva". Nel 2013 un primo rescontro nel 2015 legge stilata e approvata. La legge doveva essere fatta, e fatta in fretta, troppi danni erano rimasti e rimanevano continuamente impuniti. Certo è migliorabile ma è un punto di svolta epocale sulla concezione del danno ambientale, non più visto esclusivamente come danno alla salute dell'uomo ma, come simpaticamente ha detto Viola Sorbello "in un sistema Ecocentrico". La natura, l'ecologia al centro. Sono pienamente concorde con gli interventi che evidenziano gli elementi positivi come l'istituzione di reato di danno ambientale, e concordo anche con chi dice che la prescrizione così come definita dalla legge stessa finisce per essere una tagliola. Fatta la legge ora occorre migliorarla.

"Occorre anche creare un corpo di polizia appositamente specializzato. Per ora spetta ai cittadini e alle associazioni fare da sentinella. Quindi ringrazio Viola Sorbello per la splendida iniziativa di formazione che ha anche permesso a tante associazioni di riunirsi. Auspico che le associazion ambientaliste facciano sempre più rete e che siano da punto di riferimento per i diversi cittadini che vedono illeciti ma non si vogliono esporre personalmente. Le associazioni possono e devono cogliere ogni segnalazione e farsi carico delle diverse problematiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

social

Odore d'aglio sulle mani? I rimedi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento