menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Libera Acireale, dal 24 al 26 luglio il Campo sui beni confiscati alla mafia

I beni confiscati e i beni comuni tra cura e gestione. Sarà questo il tema principale del Campo per minorenni e maggiorenni intitolato In cammino per le terre di Aci - "mai trovare compromessi", che si terrà ad Acireale

I beni confiscati e i beni comuni tra cura e gestione. Sarà questo il tema principale del Campo per minorenni e maggiorenni intitolato In cammino per le terre di Aci - "mai trovare compromessi", che si terrà ad Acireale, nell'area adiacente la Fortezza del Tocco all'interno della Riserva naturale orientata Timpa di Santa Maria La Scala da venerdi' 24 a domenica 26 luglio. Lo rende noto Libera. Ad organizzare l'iniziativa, rivolta a 10 giovani dai 17 anni in su, è il Presidio Libera delle Aci "Pierantonio Sandri" con la collaborazione di Legambiente Acireale, Comitato Beni Comuni, Generazioni Future Sicilia e Area Teatro. Nel corso del campo, che si terra' dalle 16 alle 20 del 24, 25 e 26 luglio, sara' ricordata una vittima di mafia, Renata Fonte, che Libera in una nota definisce "un simbolo di chi, quale rappresentante delle istituzioni, non si e' arresa e non ha ceduto a compromessi pur di preservare i beni della sua terra, l'area di Porto Selvaggio a Nardo' in Puglia". "Proprio alle istituzioni, alle associazioni e ai cittadini del comprensorio acese - continua la nota - si chiede, attraverso la sensibilizzazione, di riflettere sui beni confiscati come oggetto di sperimentazione per la gestione condivisa con la collaborazione dei cittadini e dell'amministrazione e al tempo stesso di rileggere i beni confiscati come oggetto di un processo di rigenerazione per costruire un percorso in cui si possano evidenziare le opportunita' e le criticita' del mettere in campo tale processo". "Il campo - conclude Librera - sara' il primo passo di un percorso che prevede anche un incontro che coinvolgera' tutta la citta' per avviare un'attivita' di partecipazione comune nella tutela dei beni comuni locali e nel cammino accidentato verso il riutilizzo dei beni confiscati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Padel mania: benefici e controindicazioni

Ristrutturare

Muro portante - Come abbatterlo in sicurezza

Cura della persona

Manicure semipermanente senza lampada - Ecco come

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento