Amt, bus Librino Express preso a sassate

"Eliminare la linea serale sarebbe darla vinta ai criminali" ha affermato il presidente dell'associazione "Nessuno resti indietro" dopo l'episodio

Dipendenti dell’Amt e mezzi pubblici nel mirino di vandali e sbandati. Dopo le aggressioni in passato agli autisti nel quartiere di Librino, adesso ci sono pure le sassaiole contro gli autobus. Una situazione pericolosa che si può risolvere solo con il potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine e non sopprimendo le corse all’interno di uno dei quartieri più popolosi di Catania. Il direttivo dell’associazione “Nessuno Resti Indietro” con il suo presidente, Dottor Ernesto Calogero, e i due vice presidenti Carmelo Marino e Alessio Zizzo vuole ribadire che "eliminare la linea la sera vorrebbe dire darla vinta a quei criminali che trarrebbero vantaggio da un territorio isolato, abbandonato al suo destino e in balia della criminalità. Oggi l’atmosfera è pesante e tra gli autisti gli animi sono accesi ma eliminare un servizio di così grande utilità avrebbe il solo effetto di penalizzare tutte quelle persone perbene - che a Librino rappresentano la maggioranza- che sarebbero così costrette ad utilizzare mezzi alternativi per spostarsi da una parte all’latra del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per queste ragioni - continua il presidente Calogero - ci auguriamo che le dichiarazioni, a mezzo stampa, di alcuni sindacati di categoria, di eliminare il servizio alle 21, sia dettato dalla preoccupazione del momento e dalla volontà di dare un segnale forze che le istituzioni, politiche e sociali, devono immediatamente raccogliere e fare proprie. Librino ha un lungo passato di incompiute, promesse mai mantenute e strutture abbandonate. Lasciare il quartiere la sera senza pubblico servizio vorrebbe dire aggiungere altri problemi e disagi a quelli già preesistenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento