Pregiudicato aggredisce i poliziotti: viveva in una casa occupata con reddito di cittadinanza

Il controllo è stato effettuato dalla polizia a Librino, dopo la scoperta di un deposito di droga nello stesso stabile

Gli agenti del commissariato di Librino, diretto dal vice questore Alessandro Berretta, nel corso di alcuni controlli nel quartiere si sono imbattuti in uno stabile di viale Nitta ,in cui il cane antidroga Sky ha segnalato la presenza di stupefacenti. C'erano infatti centinaia di dosi pronte ad essere vendute e degli strumenti usati per il confezionamento delle "stecchette". Il materiale sequestrato era nascosto all'interno delle pareti in cemento delle varie rampe di scale e negli infissi delle finestre condominiali. Il controllo è stato poi esteso presso l'abitazione di Giuseppe Patanè, sottoposto alla detenzione domiciliare in quello stabile. Si è proceduto ad una perquisizione, rinvenendo una dose ad uso personale di marijuana.

Durante il sequestro della droga, il pregiudicato si è scagliato contro gli agenti con fare oltraggioso, cecando lo scontro fisico, cosa che è stata evitata dai poliziotti. E' emerso che il suo nucleo familiare percepisce il reddito di cittadinanza e l’abitazione risulta di proprietà del Comune di Catania ed è quindi occupata abusivamente. Infine è stato accertato il furto aggravato di energia elettrica con il personale dell'Enel.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Patanè è stato denunciato per il reato di furto aggravato e tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Il padre, che ha ammesso di aver occupato illegalmente l'immobile, è stato denunciato per invasione di edificio pubblico. Ulteriori controlli presso lo stesso stabile, hanno consentito di denunciare in stato di libertà i condomini di quattro abitazioni, in quanto responsabili di furto aggravato di energia elettrica e, tra l'altro, tutti con il reddito di cittadinanza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento