Librino Express e Pon metro, le criticità: associazioni chiedono incontro a Bianco

“Librino verso i Pon Metro”: era questo, lo scorso 2 luglio, il titolo del workshop promosso dalla Rete delle Associazioni di Librino in cui si avviava, insieme all’amministrazione comunale, un primo passo verso la co-progettazione. Da allora però, a distanza di tre mesi non si è avuto alcun riscontro

“Librino verso i Pon Metro”: era questo, lo scorso 2 luglio, il titolo del workshop promosso dalla Rete delle Associazioni di Librino in cui si avviava, insieme all’amministrazione comunale, un primo passo verso la co-progettazione delle scelte da effettuare nell’intera zona sud di Catania, con particolare riferimento ai PON per le città metropolitane.

Da allora però, a distanza di tre mesi non si è avuto alcun riscontro, nonostante fosse stata coinvolta l'amministrazione attraverso la diretta partecipazione di assessori e tecnici.

Sul tema, le associazioni che compongono la Rete e che hanno partecipato al workshop del 2 luglio si sono confrontate giorno 30 settembre, sintetizzando tre punti quanto emerso in una nota.

"Primo punto. Si è evidenziata l'utilità del lavoro seminariale svolto dal quartiere il 2 luglio, a seguito del quale sono stati presentati i documenti conclusivi del lavoro, e tutti disponibili pubblicamente sul blog librinolab.wordpress.com. Si è concordato quindi di presentare una sintesi complessiva quale "estratto delle proposte" sulla quale l'amministrazione comunale, se lo ritiene, possa esprimersi. In tal senso si richiede un apposito momento di confronto/incontro con l'amministrazione comunale con la presenza del sindaco di Catania Enzo Bianco. Secondo punto. Da più parti sono state rilevate come un peggioramento del servizio la rimodulazione dei trasporti AMT, che ha ridotto le linee da due (650 e 555) a una sola “linea veloce”. Il servizio veloce "Librino express", destinatario di critiche ed apprezzamenti, con taluni accorgimenti potrà migliorare nella resa e nella qualità del servizio. Pertanto sarà cura la Rete delle Associazioni di Librino propone un secondo incontro ad amministrazione e AMT nel quale avanzare precisi suggerimenti nella speranza che si possano trovare soluzioni condivise. Terzo punto. Infine emerge in modo forte la riproposizione del ruolo di Fiumara D'Arte, guidata da Antonio Presti, nella continuazione di quel percorso virtuoso di cultura, arte, bellezza , che si può continuare a svolgere nel territorio di librino e di tutta Catania sud. L’assemblea esprime apprezzamento ad Antonio Presti e a Fiumara D'Arte per avere accettato l'invito e ad avere dato la propria disponibilità alla ripresa di un percorso comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento