Librino, operatore ecologico costruisce casa abusiva con finiture "di lusso"

Il fabbricato è stato posto sotto sequestro dalla polizia e l'uomo è accusato di una lunga sfilza di reati

Gli agenti del commissariato di Librino hanno scovato, nella zona di viale Grimaldi 10, una coppia autrice di una lunga sfilza di reati. Si tratta di G.C, operatore ecologico pregiudicato di 40 anni, e della moglie S.L, di 36 anni, che dovranno rispondere dei reati di invasione di edifici e terreni pubblici, furto di energia elettrica, abuso edilizio e gestione illegale di rifiuti speciali pericolosi e non.

In particolare i due hanno costruito abusivamente sulla pubblica via, senza alcuna concessione edilizia, una casa con rifiniture di lusso distribuita su più livelli. Inoltre, essendo l'immobile di fatto quasi ultimato, la coppia non è stata in grado di fornire alcuna documentazione sul regolare smaltimento dei rifiuti derivanti dai lavori edili. Alla luce di quanto accertato e considerati anche i pericoli derivanti dal “cantiere edile” illegale messo in opera, anche con rischio di caduta dell’alto di mattoni, si è proceduto al sequestro penale preventivo apponendo i sigilli all’intera struttura, ciò anche al fine di non consentire ai malfattori di trasferirsi nell'abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento