Librino, immensa area abbandonata: diventerà "orto sociale urbano"

A due passi dal palazzo di cemento, in viale Moncada, la zona ospiterà anche un campo di calcio. Il progetto, deliberato lo scorso 17 Maggio dalla giunta Stancanelli, è stato illustrato oggi dal sindaco

A due passi dal palazzo di cemento, in viale Moncada, una vasto parco oggi abbandonato diventerà una nuova area da vivere per il quartiere più popolato della città. Il progetto è stato deliberato dalla giunta Stancanelli lo scorso 17 Maggio.

Nella mattinata odierna il sindaco, all'interno dei locali di viale Moncada 2, dove svolgono la loro attività i ragazzi dell'associazione "Talità Kum", ha illustrato il progetto che prevede la costruzione del nuovo "orto sociale urbano di Librino".

Sorgerà in viale Moncada e sarà provvisto inoltre di un'area ludico-creativa: campo di calcio a 5 regolamentare, con tribunetta, spogliatoio e piccolo ufficio. Completeranno la zona ulteriori 3 spazi di gioco.

Il progetto finanziato alla Caritas diocesana nell'ambito dei fondi provenienti dall'8 per mille, si propone di offrire alle persone in difficoltà concrete possibilità di recupero alla dimensione lavorativa e di incoraggiare progetti di sostenibilità ambientale con i quali promuovere comportamenti responsabili e consapevoli.

Il vasto terreno di circa 8000 metri quadrati, oggi del tutto isolato, non ospiterà solo un campo di calcio. Tutta la zona estesa lungo la parte alta del parco Moncada, infatti, diventerà un vero e proprio orto urbano che darà la possibilità di realizzare forme di agricoltura sociale per la coltivazione di prodotti, attraverso l'aiuto di persone esperte, che saranno, poi, immessi nell'ambito del commercio equosolidale, del biologico e dei cosiddetti “mercatini del contadino”.

Padre Valerio di Trapani, ex direttore della Caritas Diocesana e tra i promotori e ideatori del progetto, vede una nuova possibilità di aggregazione sociale e crescita della comunità: "Coltivare uno spazio di terra e vivere a contatto con lo sport sono senza dubbio un'opportunità diversa per incrementare la socialità"

Parole di soddisfazione arrivano anche dal sindaco, Raffaele Stancanelli: "Si è partiti da un sogno, quello di padre Valerio, fino ad arrivare ad un'idea. Spesso parlare di Librino è una moda, ma questo è un esempio di concretezza. Il seguente progetto di orto urbano, si lega agli altri portati avanti dalla nostra amministrazione nel quartiere Librino, come quello di Villa Fazio e del futuro stadio del Catania"

"La richiesta di assegnazione delle aeree individuate - precisa Stancanelli - è protocollata il 17 Luglio del 2012, ma solo a causa di lungaggini burocratiche si è riusciti a procedere ora".

Alla consegna formale del terreno incolto di proprietà comunale all’associazione “Famiglie-il Sentiero” presieduta da Padre Valerio Di Trapani, presente anche l'assessore alle politiche sociali, Carlo Pennisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento