Pregiudicato va dalla polizia per farsi arrestare: non sopportava più la moglie

L'uomo si è recato nel commissariato di Librino guidando senza patente e senza assicurazione: per lui soltanto sanzioni e la moglie lo ha "riportato" a casa

Questi mesi di lockdown sono stati pesanti un po' per tutti. Specie per R.N di 45 anni, pluripregiudicato per reati legati al crimine organizzato, che ha deciso di farsi arrestare dalla polizia perché non sopportava più la moglie. E' successo nei giorni scorsi: l'uomo, in libertà vigilata con obbligo di soggiorno, si è presentato al commissariato di Librino alla guida di un'auto sequestrata senza patente e senza assicurazione.

Non si è fermato nemmeno all'alt della polizia pur di andare ad autodenunciarsi tanta era la voglia, confessata anche agli agenti, di "evadere" dalla moglie che non tollerava da tempo. Immediati controlli consentivano di accertare la veridicità di quanto asserito da R.N. ma, in assenza dei presupposti per l’arresto, l’uomo è stato segnalato all’autorità competente ed  è stato sanzionato per guida senza patente e mancanza di copertura assicurativa del veicolo e, ancora, per aver utilizzato detta autovettura già sottoposta a sequestro amministrativo: il tutto per un importo di sanzioni pari a 6mila euro.

Così mentre l'uomo si trovava in commissariato è arrivata la moglie che lo ha "rimproverato", specie alla luce delle ingenti sanzioni ricevute. Così sconsolato ha fatto rientro a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento