menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Librino: spara a un’intera famiglia dopo una violenta lite, grave il padre

Il cecchino è un anziano, vicino di casa delle vittime, che a seguito di una lite sfociata nel primo pomeriggio di ieri per futili motivi ha sparato a tutta la famiglia

Ieri pomeriggio poco dopo le ore 16 un colpo d‘arma da fuoco ha rotto il silenzio di una calda giornata di agosto. Un colpo di fucile, caricato a pallini, ha colpito un’abitazione di Viale Grimaldi ferendo un’intera famiglia.

La peggio l’ha avuta il padre che si trovava nel balcone: C.C 44enne, manovale, pregiudicato è stato colpito in pieno volto e al torace dalla rosata di tiro, i tre figli sono stati colpiti di strisco dal pallino del fucile: I.C., 24enne, pregiudicata, colpita all’avambraccio sinistro, G.V., 21enne, pregiudicato, colpito di striscio al polpaccio sinistro ed infine A.C, 18enne, colpito di striscio alla schiena.

Le vittime, prontamente soccorse dal personale del 118 di Catania, sono state condotte e visitate presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Vittorio Emanuele”. I tre figli sono stati giudicati guaribili in pochi giorni a seguito delle superficiali ferite, gravissima la situazione del padre, affetto da lesioni multiple d' arma da fuoco al collo, al tronco ed agli arti. L'uomo è ricoverato in prognosi riservata.

La tempestive indagini deI personale del Nucleo Operativo Carabinieri della  Compagnia di Catania Fontanarossa, unitamente al personale della Stazione Carabinieri di Catania Librino, ha portato all’arresto di un anziano vicino di casa, L.S., 70enne.

Durante la perquisizione domiciliare dell’indagato sono state rinvenute 67 munizioni dello stesso calibro utilizzate per il ferimento plurimo. Le forze dell’ordine hanno esteso ulteriormente la perquisizione ad un garage ubicato poco lontano,sempre di proprietà dell'uomo, ed è stato trovato anche un fucile automatico marca Breda con matricola abrasa, ritenuta l’arma dell’attentato.  

L’uomo di fronte alle prove è crollato ed ha confessato il crimine. Un gesto di rabbia a seguito di una lite sfociata nel primo pomeriggio, per futili motivi legati a dissidi di carattere personale. Durante la lite l’anziano cecchino è stato colpito ripetutamente dalla vittima, che gli ha procurato la frattura di ben due costole.

L’uomo è stato arrestato per tentato omicidio, lesioni aggravate plurime e detenzione abusiva di arma clandestina, e condotto presso la locale casa Circondariale di Piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento