Librino, tenta suicidio ingerendo farmaci: disoccupato salvato dai carabinieri

A lanciare l'allarme è stata la madre dell'uomo che ha chiamato il 112. Sul posto è intervenuto personale medico del 118 che ha trasferito il 35enne nell'ospedale Vittorio Emanuele. Dopo le cure del caso l'uomo è stato dimesso

I Carabinieri della stazione di Librino hanno soccorso, la scorsa notte, un operaio disoccupato di 35 anni che ha tentato il suicidio ingerendo dei farmaci perchè depresso per la mancanza di lavoro.

A lanciare l'allarme è stata la madre dell'uomo che ha chiamato il 112. Sul posto è intervenuto personale medico del 118 che ha trasferito il 35enne nell'ospedale Vittorio Emanuele. Dopo le cure del caso l'uomo è stato dimesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento