Licenziamenti al Bellini, la protesta continua: presidio in piazza Università

"Siamo qui, sotto il balcone del sindaco Pogliese, perchè le Istituzioni devono prendersi carico di quello che sta accadendo a questi lavoratori che sono anche padri e madri di famiglia"

Questa mattina, in piazza Università, un presidio organizzato dal sindacato Fsi-Usae a difesa dei 18 lavoratori licenziatidel teatro Bellino. "Siamo qui, sotto il balcone del sindaco Pogliese, perchè le Istituzioni devono prendersi carico di quello che sta accadendo a questi lavoratori che sono anche padri e madri di famiglia", dichiara Calogero Coniglio, segretario regionale della Fsi-Usae Federazione Sindacati Indipendenti costituente della confederazione Unione sindacati Autonomi Europei.

Nulla, infatti è cambiato dopo che il segretario particolare del viceministro Fioramonti Dino Giarrusso ha incontrato i docenti e gli studenti all’Istituto Bellini, per trovare una soluzione al caos che è esploso negli ultimi giorni e che mette a serio rischio il normale svolgimento dell’attività didattica.

Dopo la conferenza tenutasi presso l’istituto Bellini, Coniglio ha esposto a Giarrusso dettagliatamente la vicenda dei 18 licenziamenti del Bellini, consegnando il verbale della riunione consortile di settembre avvenuta tra città metropolitana e istituto Bellini. 

"Attendiamo una risposta dal Sindaco e gli chiediamo di riceverci a Palazzo degli Elefanti", dichiara Coniglio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento