Cronaca Linguaglossa

Circumetnea, sedicenni sorpresi a mettere sassi sui binari: denunciati

Cercavano una valida scusa per assentarsi dalle lezioni scolastiche, è questa la motivazione che ha spinto i ragazzi alla rischiosa azione che poteva mettere in pericolo di vita i viaggiatori del treno

Nel corso di uno dei servizi predisposti lungo la ferrovia Circumetnea, all’altezza del passaggio a livello SP59IV della linea Randazzo – Riposto, i militari hanno sorpreso un gruppo di giovani intenti a collocare dei grossi massi sulla linea ferrata.

Quello di ieri è solo l’ultimo episodio di una serie di pericolose azioni, fino a ieri ad opera di ignoti, che hanno colpito periodicamente la nota ferrovia.  L’ultima, simile vicenda risale alla mattina dell’11 gennaio scorso. In quella occasione il personale della FCE aveva segnalato che il macchinista del treno, mentre percorreva la tratta Randazzo-Riposto, aveva fatto appena in tempo a fermare il locomotore davanti ad un cumulo di pietre e materiale ferroso che era stato collocato nella notte.

I carabinieri sono riusciti a bloccare solo due 16enni incensurati, per loro l’accusa è di attentato alla sicurezza dei trasporti. Gli altri ragazzi che stavano partecipando all’azione sono riusciti a dileguarsi per le campagne circostanti e sono tuttora in corso gli accertamenti volti alla loro identificazione.

Le motivazioni del gesto dei ragazzi, che probabilmente non hanno tenuto in considerazione la gravità della loro azione mettendo in pericolo l’incolumità dei viaggiatori e in difficoltà i pendolari che utilizzano quel treno per raggiungere il posto di lavoro, sarebbero da ricondurre al mero fine di crearsi una valida giustificazione per assentarsi dalle lezioni scolastiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circumetnea, sedicenni sorpresi a mettere sassi sui binari: denunciati

CataniaToday è in caricamento