Lite in famiglia degenera in rissa, 25 enne si fa "giustizia" con accetta

Vedendo i carabinieri, si è scagliato pure contro di loro con l'arma in mano

L'arma sequestrata dai carabinieri

Un 25enne di Biancavilla è finito in manette per minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale dopo una furibonda lite tra fratelli. Armato di accetta, stava infatti minacciando di morte i propri parenti e vedendo i carabinieri, si è scagliato pure contro di loro. Dopo una violenta colluttazione, i militari sono riusciti a disarmarlo ed ammanettarlo. L’arma è stata sequestrata mentre l’arrestato, in attesa del giudizio per direttissima, è stato posto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento