Lite in famiglia per l'eredità degenera in rissa, 4 arresti a Misterbianco

La discussione improvvisamente si è animata fino a degenerare nel preciso istante in cui i figli della coppia, l'uomo e le due donne, cugini dei due individui, li hanno aggrediti violentemente colpendoli con calci, pugni e aiutandosi con dei caschi da moto

I Carabinieri di Misterbianco hanno arrestato tre persone, un uomo e due donne, rispettivamente di anni 42, 48 e 35, per lesioni personali. Ieri, intorno alle 17:00 due uomini si sono presentati in casa degli zii per discutere di alcuni beni mobili ereditati dalla famiglia, a seguito del decesso di un loro parente. La discussione improvvisamente si è animata fino a degenerare nel preciso istante in cui i figli della coppia, l’uomo e le due donne, cugini dei due individui, li hanno aggrediti violentemente colpendoli con calci, pugni e aiutandosi con dei caschi da moto.

Fortunatamente qualcuno ha avvisato i Carabinieri che, giunti sul posto, sono riusciti a fermare la furia degli aggressori scongiurando ben più gravi conseguenze. Le vittime, soccorse da personale del 118, sono state trasportate all’Ospedale Garibaldi Centro dove il personale medico li ha giudicati affetti da trauma cranico, fratture alla mano ed ematomi cerebrali. Gli arrestati, al momento, sono stati sono stati posti ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento