Litiga con i parenti e aggredisce anche i poliziotti intervenuti

Gli operatori aggrediti hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche presso il PS dove venivano refertati con 4 giorni di prognosi ciascuno per le contusioni riportate.

Si era reso protagonista di una rissa con dei parenti e, non contento, ha poi anche aggredito gli agenti intervenuti per sedarla. Si tratta di Antonino Santonocito, di 37 anni, che è stato arrestato ieri sera per
resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, nonché rifiuto di fornire le proprie generalità.

Nonostante l'arrivo dei poliziotti l'uomo si è dimostrato subito aggressivo e minaccioso nei loro confronti rifiutando anche di fornire le proprie generalità; inoltre nonostante la presenza degli operatori di polizia, Santonocito ha tentato nuovamente di aggredire il parente con cui stava litigando, scagliandosi in modo violento anche contro gli agenti che hanno tentato di bloccarlo. Solo con l’ausilio di altri operatori sono riusciti a contenere l’uomo che quindi veniva arrestato e accompagnato in questura. Nonostante l’arresto sia stato convalidato dal pm di turno è stata disposta l’immediata scarcerazione. Gli agenti aggrediti sono andati al pronto soccorso e sono stati refertati con 4 giorni di prognosi ciascuno per le contusioni riportate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento