Lombardo assolto, nessun reato di diffamazione nei confronti di Pino Firrarello

Dopo la condanna per concorso esterno in associazione mafiosa, l'ex Presidente della Regione è stato protagonista di un'ulteriore sentenza, questa volta emessa dalla quinta sezione penale del tribunale di Roma e terminata con un esito diverso

Dopo la condanna per concorso esterno in associazione mafiosa, Raffaele Lombardo è stato protagonista di un'ulteriore sentenza, questa volta emessa dalla quinta sezione penale del tribunale di Roma e terminata con un esito diverso.

L'ex presidente della Regione è stato infatti assolto dall'accusa del reato di diffamazione a mezzo stampa per i contenuti di un'intervista rilasciata ad un settimanale il 28 ottobre 2010 sulla costruzione, poi bloccata dalla sua giunta regionale, dei termovalorizzatori e sui lavori per l'autostrada Ragusa-Catania. La denuncia per le dicharazioni rilasciate era arrivata dall'allora senatore del Pdl, Pino Firrarello, chiamato in causa dalle dichiarazioni di Lombardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento