Salute, ministro Lorenzin a Catania: ad attenderla i genitori pro stamina

"Ci sarà anche un nuovo comitato scientifico che valuterà il metodo stamina però il comitato scientifico aveva già dato precedentemente la sua risposta bocciando la procedura. Adesso vedremo cosa farà il secondo". Lo ha detto il ministro della Salute

"Stiamo cercando di mettere e tenere in piedi il servizio sanitario nazionale italiano e farlo con un unico scopo: quello di dare garanzie ai nostri pazienti, mettere al centro la salute del cittadino ed il rigore del metodo scientifico, che è l'unico metodo che funziona, è l'unica risposta. La politica fa la politica, la scienza fa la scienza e la magistratura fa la magistratura''. Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin prendendo il microfono e parlando in piedi durante un incontro sulla sanità in Sicilia, tenutosi ieri a Catania.

Il ministro ha cercato così di rispondere dopo l'intervento di una giovane donna, sorella di un malato terminale che ha voluto prendere la parola chiedendo al ministro: ''Ministro Lorenzin, ci spiega perché ha deciso di far morire 25 mila persone?''.

GUARDA IL VIDEO

"Ci sarà anche un nuovo comitato scientifico che valuterà il metodo stamina però il comitato scientifico aveva gia' dato precedentemente la sua risposta bocciando la procedura. Adesso vedremo cosa farà il secondo". "Il ministero -ha aggiunto- e' tenuto a mantenere e a garantire quella che era la procedura in atto. Non possiamo però non vedere quello che sta accadendo a Torino e quindi io sono molto preoccupata da quello che esce da questa inchiesta".

'La Sicilia ha fatto grossi sacrifici per uscire dal piano di rientro economico e finanziario. Deve ancora fare molto sul piano dei livelli di assistenza - ha continuato il ministro  -Il ministero sta cercando di monitorare, di aiutare la Regione per implementare i servizi che sono necessari. Dobbiamo stare però molto attenti a non fare passi indietro ma a fare passi avanti''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento