Luca Cardillo non ce l'ha fatta: tantissimi lo ricordano su Facebook

Luca Cardillo, il 23enne di Giarre affetto da una rara forma di tumore alla gamba, non ce l'ha fatta. Dopo numerose cure ed un viaggio in America il ragazzo è deceduto questa mattina

Luca Cardillo, il 23enne di Giarre affetto da una rara forma di tumore alla gamba, non ce l'ha fatta. Dopo numerose cure ed un viaggio in America - collegato ad una gara di solidarietà tra i conoscenti e i tanti che, in questi mesi, lo hanno supportato - il ragazzo è purtroppo deceduto questa mattina. A darne la notizia i diversi amici che, su Facebook, hanno scritto numerosi messaggi di addio per il giovane.

"Oggi, il mio migliore amico, anima candida, raggio di sole nella tempesta, se n'è volato in paradiso - scrive Denise, la sua migliore amica - Si sta meglio là, vero Luca? È inevitabile piangere ma farò in modo di ricordarti con gioia e di fare festa, e di gioire, per la fine della tue sofferenze e i tuoi dolori... Dovevi fare grandi cose, avevi un talento unico eppure, se adesso non sei più su questa terra devo convincermi, attraverso la fede, che forse un piano migliore è riservato per te... Ti voglio tanto bene, adesso che puoi sentirmi ovunque tu sia, te lo voglio urlare che ti voglio bene, perché per me eri l'amico più caro, un fratello".

"Dovevamo fare tante cose insieme, dovevamo vivere insieme le difficoltà dell'accademia, non dovevi abbandonarmi - continua la ragazza -perché è così che mi sono sentita quando non hai più potuto frequentare. Mi sono sentita sola senza di te...dovevamo finire questo percorso accademico, di crescita, di vita, insieme! Ancora dentro di me c'è una parte che non si rassegna al fatto di aver perso tanti momenti che insieme a te avrebbero avuto un sapore più dolce e felice . La tua follia creativa era un dono raro... Dio te ne aveva fatto padrone e poi ti ha chiamato a sé. Ti porterò sempre, sempre,sempre dentro di me... come un barlume di sole, perché tu quello eri per tutti noi: un ragazzo sempre con il sorriso, mai, mai, MAI triste, mai abbattuto, mai negativo. ... Non è un addio... perché quando ti rivedrò ti abbracceró forte e ti racconterò tutto... quando ti rivedrò".

"ciao Luca ... sei stato un'esempio per tutti noi poveri terrestri, che ci affrontiamo "a morte" per banalità..... anche al semaforo - scrive commosso Roberto, un altro amico - senza dare la vera importanza e la fortuna di "essere" e di apprezzare la Vita. Ciao Giovane e Sorridente.... sei sempre stato Tu a dare a me la vera speranza col Tuo "Sorriso"...non è bastato un sorriso, purtroppo a farti rimanere qui con noi....ma nei nostri ricordi sei stato e rimarai la Vera forza della Vita. Il Sorriso. R.I.P."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento