Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Maas, guardia giurata ai domiciliari: l'appello della famiglia di Giuseppe Giuffrida

Il gip, fa sapere l'avvocato Lipera, ha disposto gli arresti domiciliari per l'indagato che era stato arrestato dai carabinieri. "La Procura impugni la decisione del gip", lo afferma l'avvocato Giuseppe Lipera

"La Procura impugni la decisione del gip: non è possibile che non è stata eseguita l'autopsia sulla vittima e l'indagato per la sua morte sia già agli arresti domiciliari". Lo afferma l'avvocato Giuseppe Lipera, il legale che assiste i genitori e i fratelli del giovane 22enne deceduto venerdi scorso, dopo che era stato raggiunto da un colpo di pistola sparato da una guardia giurata 34enne al culmine di una lite ai mercati agroalimentari del capoluogo etneo.

Il gip, fa sapere l'avvocato Lipera, ha disposto gli arresti domiciliari per l'indagato che era stato arrestato dai carabinieri. "A meno di 48 ore dall'efferato delitto - aggiunge Lipera - mentre la salma del giovane attende all'obitorio di essere sottoposta ad autopsia, l'uomo che gli ha sparato è già agli arresti domiciliari ed i genitori ed i fratelli della vittima dovranno attendere lunedì 7 ottobre - evidenzia il legale - per poterlo piangere, per rivedere il suo corpo. Di contro - prosegue l'avvocato - la guardia giurata indagata è già a casa, sicuramente circondata dai suoi affetti".

"I genitori ed i fratelli del giovane - conclude il penalista - provano rabbia e sdegno che oggi, nel giro di 24 ore, e' stato ammazzato per la seconda volta, crudelmente ed inutilmente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maas, guardia giurata ai domiciliari: l'appello della famiglia di Giuseppe Giuffrida

CataniaToday è in caricamento