Macchinette mangia soldi, più controlli della Guardia di Finanza

Le Fiamme Gialle hanno intensificato in questo periodo estivo i controlli sul territorio nel settore della detenzione e spaccio di stupefacenti e del gioco d’azzardo

Nell’ambito dell’attività di servizio programmate e disposte sul territorio dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, Colonnello Francesco Gazzani, le Fiamme Gialle, hanno intensificato in questo periodo estivo i controlli sul territorio specialmente nel settore  della detenzione e spaccio di stupefacenti e del gioco d’azzardo, facendo sentire maggiormente la loro presenza sul territorio.

Già in questo primo periodo estivo, con particolare riguardo nei fine settimana, i controlli sul territorio anche con ausilio di unità cinofile hanno permesso di segnalare 19 assuntori di sostanza stupefacente alla Prefettura e sequestrare gr. 48,5 di marijuana e gr. 6,5 di cocaina.

L’ultimo colpo messo a segno dalla Compagnia di Riposto, ha consentito di rinvenire e sequestrate 2 piante di canapa indiana di cui una alta più di due metri piene di florescenze e altri 3 grammi di marijuana già pronta. I responsabili della coltivazione delle piante, residenti nel comune di Giarre, M.R. e M.A. sono stati denunciati a piede libero all’A.G..

A seguito di capillare attività di controllo del territorio, a contrasto degli illeciti in materia di apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento, i militari della Guardia di Finanza della Tenenza di Paternò, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro in una sala giochi di Adrano, ben 9 apparecchi da intrattenimento riproducenti il gioco d’azzardo, risultati oltretutto illegalmente installati e privi delle prescritte autorizzazioni.

L’esito dell’ispezione ha portato anche al sequestro di una somma in contanti pari ad euro 1571,55 e alla denuncia, oltre che del titolare della sala giochi, di 2 avventori.

Il fenomeno delle “macchinette mangia soldi”, che in questo caso riproducevano elettronicamente il funzionamento delle slot machine e del video poker, è stato arginato in parte dalla nuova normativa vigente,  difatti l’utilizzo di questi apparecchi viene consentito esclusivamente se collegate on-line ai Monopoli di Stato.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento