Mafia, ai domiciliari il nipote del boss Ercolano

Il giudice D'Urso ha disposto gli arresti domiciliari per Aldo Ercolano. Il processo per direttissima, dopo la richiesta di termini a difesa presentata dall'avvocato Giuseppe Lipera che lo assiste, si celebrerà il prossimo 18 aprile

Il giudice monocratico di Catania, Maria Pia D'Urso, ha confermato l'arresto di Aldo Ercolano, di 39 anni, nipote del boss 'Pippo' e cugino dell'omonimo capomafia ergastolano detenuto, eseguito nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione di San Gregorio inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale. Pur essendo obbligato a dimorare nel comune di San Gregorio, così come imposto dalla misura di prevenzione, è stato sorpreso dai militari in via Calipari, a Catania.    

Il giudice D'Urso ha disposto gli arresti domiciliari per Aldo Ercolano. Il processo per direttissima, dopo la richiesta di termini a difesa presentata dall'avvocato Giuseppe Lipera che lo assiste, si celebrerà il prossimo 18 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento