rotate-mobile
Cronaca Caltagirone

Mafia e appalti, arrestato anche il figlio del boss Ciccio La Rocca

Cinque persone ritenute responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, intestazione fittizia di beni e concorso esterno in associazione mafiosa. L'attività investigativa ha permesso di comprovare l'interesse della storica famiglia mafiosa di Caltagirone

Nelle prime ore del mattino, i carabinieri di Caltagirone hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dal Gip del Tribunale di Catania su richiesta della Procura della Repubblica-Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di cinque persone ritenute responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, intestazione fittizia di beni e concorso esterno in associazione mafiosa.

L'attività investigativa ha permesso di comprovare l'interesse della storica famiglia mafiosa di Caltagirone del clan "La Rocca" che nell'esecuzione dei lavori ha agito affinchè questi venissero dati in subappalto a ditte direttamente controllate dal "Clan" con contratti artificiosamente frazionati in modo da eludere la normativa antimafia, percependo così un indebito profitto mediante l'ottenimento di finanziamenti pubblici.

Tra gli arrestati figurano M.S., Amministratore Delegato della Fip spa di Padova, impresa di rilevanza internazionale, aggiudicataria dell'appalto (insieme alle società L&C unite in associazione temporanea di imprese) rivelatosi consapevole di apportare il contributo al "clan", nonchè Gioacchino Francesco La Rocca, figlio di Francesco inteso 'Ciccio' attualmente detenuto, capo dell'omonima famiglia mafiosa.

Nel corso delle attività sono state sottoposte a sequestro preventivo due società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia e appalti, arrestato anche il figlio del boss Ciccio La Rocca

CataniaToday è in caricamento