rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Non rientrò in carcere dopo permesso premio, preso il boss latitante Bonaccorsi

Concetto Bonaccorsi è lo storico capo dell'omonima famiglia, conosciuta come "Carateddi", dell'organizzazione Cappello - Bonaccorsi. Era irreperibile dal settembre 2016

La polizia di Stato ha arrestato il boss latitante Concetto Bonaccorsi, 56 anni, noto come "'u carateddu", ricercato dal settembre 2016 quando non rientrò nel carcere di Secondigliano (Napoli) dopo un permesso premio di 3 giorni.

Condannato all'ergastolo per omicidio, associazione mafiosa e traffico di stupefacente è lo storico capo dell'omonima "famiglia" del clan Cappello-Bonaccorsi.

Vanta un curriculum criminale di assoluto valore, annoverando pregiudizi penali per associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidi, distruzione di cadavere, reati in materia di stupefacenti ed armi, reati contro il patrimonio (rapine) ed altro.

Indagini del personale della Squadra Mobile di Catania hanno consentito di rintracciarlo in una villa di Massa e Cozzile dove è stato arrestato in collaborazione con la polizia di Stato di Pistoia. Particolari sulla sua cattura saranno resi noti durante la mattinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non rientrò in carcere dopo permesso premio, preso il boss latitante Bonaccorsi

CataniaToday è in caricamento