Mafia, Berretta: "Confermare il carcere duro per il boss Aldo Ercolano"

E' la richiesta del parlamentare nazionale del Partito Democratico Giuseppe Berretta, componente della commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, rivolto al ministro di Grazia e Giustizia, Andrea Orlando. Presentata un'interrogazione parlamentare urgente

"Confermare il regime carcerario previsto dall'articolo 41 bis per Aldo Ercolano". E' la richiesta del parlamentare nazionale del Partito Democratico Giuseppe Berretta, componente della Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, rivolto al ministro di grazie a giustizia, Andrea Orlando.

Nell'atto parlamentare presentato, il deputato catanese chiede al guardasigilli di ripristinare il regime di carcere duro per il "killer di Pippo Fava" revocato dal tribunale di sorveglianza e ricorda: "Nel corso dell'operazione antimafia Reset svolta dalla Procura di Catania sono state acquisite intercettazioni telefoniche, trasferite poi negli atti del procedimento, da cui risulta in modo inequivocabile che Aldo Ercolano è tuttora il capo mafia di Catania".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Già nell'aprile scorso - prosegue Berretta - si è reso necessario un intervento da parte del Ministero per la riattivazione del regime di carcere duro nei confronti del detenuto Ercolano. I rapporti della Direzione Nazionale Antimafia, inoltre, lo definiscono l'uomo di maggior rilevanza all'interno delle famiglie mafiose di Catania". Per questo Berretta chiede al ministro Orlando "se, alla luce dell' evoluzione dell'inchiesta Reset e dei rapporti della Direzione Nazionale Antimafia, non ravvisi il perdurare di elementi attestanti la pericolosità sociale del detenuto tali da confermare il regime carcerario previsto dall'articolo 41 bis".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento