Mafia ed estorsioni, imprenditore denuncia i suoi aguzzini: 2 arresti

I Carabinieri della Compagnia di Paternò (CT) hanno arrestato due persone di Noto per estorsione aggravata dal metodo mafioso. La vittima è riuscita ad avere il coraggio di denunciare i due aguzzini che per anni gli avevano tolto la volontà di continuare a fare impresa.

I Carabinieri della Compagnia di Paternò hanno arrestato, in flagranza, due persone di Noto per estorsione aggravata dal metodo mafioso. La vittima, grazie alla vicinanza degli uomini dell’arma, è riuscita ad avere il coraggio di denunciare i due aguzzini che per anni gli avevano tolto la volontà di continuare a fare impresa. I criminali sono stati arrestati mentre esigevano dalla vittima 50mila euro di assegni non intestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento