Mafia, latitante da maggio è stato arrestato a Villasmundo

Lo scorso gennaio era stato arrestato dai carabinieri di Siracusa nell'ambito dell'operazione antimafia denominata "Morsa", conseguente all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Catania nei confronti di 28 persone

Nunzio Giuseppe Montagno Bozzone, 49 anni, latitante da maggio è stato arrestato dai carabinieri di Catania a Villasmundo, frazione di Melilli (Siracusa). Si era sottratto alla cattura a seguito di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Catania, essendo stato condannato per associazione di tipo mafioso e traffico di droga, a 8 anni e otto mesi di reclusione.

Il latitante si nascondeva mell'abitazione di famiglia: è così scattato il blitz che ha portato alla cattura dell'uomo rinchiuso nel carcere du Catania Bicocca.

Lo scorso gennaio era stato arrestato dai carabinieri di Siracusa nell'ambito dell'operazione antimafia denominata "Morsa", conseguente all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Catania nei confronti di 28 persone ritenute accusate di associazione di tipo mafioso, in quanto ritenute appartenenti al clan Nardo di Lentini, storicamente riconducibile al boss Sebastiano Nardo, legato ai Santapaola di Catania. Fiorenti le estorsioni, il traffico e spaccio di stupefacenti, il controllo di bische clandestine, del mercato dei videopoker truccati e di attivita' economiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento