Mafia, maxi sequestro di beni per un referente del clan Santapaola-Ercolano

Sono stati sequestrate imprese e terreni agricoli,ristoranti,fabbricati nel territorio di Cesarò e Catania, diversi veicoli, rapporti finanziari e centinaia di titoli ordinari Agea

Dalle prime ore della mattinata il personale della direzione investigativa antimafia di Catania, con l'aiuto della sezione operativa di Messina, sta eseguendo il decreto di sequestro beni emesso dal Tribunale di Messina – sezione misure di prevenzione –  nei confronti di un elemento ritenuto a capo della cosca, federata con il clan catanese “Santapaola-Ercolano”, presente nel territorio dei Nebrodi.

IL VIDEO DEL SEQUESTRO

Il Tribunale di Messina, ha accolto a proposta avanzata dal Direttore della Dia, in sinergia con la Procura distrettuale antimafia, ha disposto il sequestro dei beni di cui il soggetto risulta disporre direttamente o indirettamente,ovvero imprese agricole, ristoranti,numerosi terreni agricoli, fabbricati nel territorio di  Cesarò e Catania, diversi veicoli, centinaia di titoli ordinari Agea e rapporti finanziari in corso di quantificazione.

Ulteriori dettagli dell’operazione verranno illustrati nel corso della mattinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento