Mafia, Procura: richiesta archiviazione per i fratelli Lombardo

La Procura di Catania ha ribadito la richiesta di archiviazione per Raffaele Lombardo e suo fratello Angelo, dall'accusa di concorso esterno all'associazione mafiosa

La Procura di Catania ha ribadito la richiesta di archiviazione per il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e di suo fratello Angelo, parlamentare nazionale del Mpa, dall'accusa di concorso esterno all'associazione mafiosa. Dopo un'accurata e rinnovata valutazione di tutti gli atti, hanno spiegato i procuratori aggiunti Michelangelo Patanè e Carmelo Zuccaro, la Procura ha deciso quest'oggi di confermare la loro valutazione basata sulla sentenza "Mannino".

Alla richiesta della Procura si sono associati anche i collegi degli avvocati difensori. La posizione dei magistrati è stata resa nota dall'avvocato Guido Ziccone, uno dei legali del governatore. La posizione di Raffaele e Angelo Lombardo è stata stralciata dall'inchiesta Iblis nata da indagini di carabinieri del Ros su presunti rapporti tra mafia, affari e politica. L'udienza camerale davanti al Gup Luigi Barone è stata aggiornata al prossimo 28 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento