Mafia: la Procura chiede il rinvio a giudizio per i fratelli Lombardo

Presentata la richiesta per concorso esterno all'associazione mafiosa e voto di scambio riguardante il presidente della Regione Siciliana e per il deputato Mpa Angelo. Il gip aveva disposto per i due l'imputazione coatta

E' stata presentata ieri dalla Procura della Repubblica di Catania la richiesta di rinvio a giudizio per concorso esterno all'associazione mafiosa e voto di scambio aggravato dall'articolo sette per il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e per suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa.

La richiesta fa seguito alla decisione del Gip Luigi Barone di non accogliere l'archiviazione proposta dalla Procura per i fratelli Lombardo e di disporre invece l'imputazione coatta per i due esponenti politici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento