Mafia e rifiuti, coinvolti funzionari della Regione: "Li sospenderemo a zero stipendio in attesa del licenziamento"

A dichiararlo è il Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. "E' chiaro che siamo di fronte non solo a corruzione ma anche ad attività illecite che creano problemi alla salute dei cittadini, insomma una cosa vergognosa"

Sui funzionari della Regione coinvolti negli arresti dell'operazione antimafia di Catania "agiremo come abbiamo sempre fatto, con la scure e con la massima severità. Già oggi stesso, appena sapremo i nomi, sospenderemo i dipendenti, nelle more del licenziamento, a zero stipendio". Ha dichiarato all'Adnkronos il Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta commentando gli arresti di Catania che vedono coinvolti alcuni funzionari regionali.

"Ho già ringraziato le forze dell'ordine e più tardi chiamerò la Procura - dice Crocetta - E' chiaro che siamo di fronte non solo a corruzione ma anche ad attività illecite che creano problemi alla salute dei cittadini, insomma una cosa vergognosa". "Da sempre l'assessorato ai Rifiuti - prosegue Crocetta - è stato uno dei centri di malaffare più forte all'interno del sistema regionale".

E aggiunge: "Emerge dalle ultime inchieste che non vengono più coinvolte le figure apicali scelte dal governo ma soggetti intermedi che agiscono nell'ombra e che spesso stanno diversi anni nello stesso posto". "Ogni volta che ho fatto delle rotazioni sono stato attaccato - dice ancora Crocetta - mi dicevano che questo modo criminalizzavo tutti i lavoratori ma non è affatto così. E' una prerogativa prevista dalla legge che prevede di spostare dopo cinque anni il funzionario pubblico per evitare situazioni di cristallizzazione dentro la struttura in cui lavora che possano favorire attività corruttrici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Coronavirus, in Sicilia 1.913 nuovi casi e 40 morti: a Catania +486 contagi

Torna su
CataniaToday è in caricamento