menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi sequestro ad affiliato clan Santapaola: nel mirino pub e impianti sportivi

Sequestrate due ville - di cui una a Catania e una a Tremestieri Etneo -, un'impresa di gestione di impianti sportivi, un'associazione esercente l'attività di pub, una motocicletta e disponibilità bancarie per un valore di circa due milioni di euro

Dalle prime ore del mattino la Direzione investigativa antimafia di Catania sta eseguendo un decreto di sequestro di beni nei confronti di Roberto Vacante, 51enne di Catania, ritenuto affiliato al clan Santapaola, marito di Irene Grazia Santapaola, figlia di Salvatore fratello di Benedetto. Il sequestro è stato emesso, ai sensi della normativa antimafia, dal Tribunale di Catania in accoglimento della proposta della locale Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia, diretta da Giovanni Salvi.

Con il provvedimento del tribunale di Catania è stato disposto il sequestro di due ville - di cui una a Catania, composta da dieci vani più accessori e una su tre livelli a Tremestieri Etneo -, un'impresa di gestione di impianti sportivi, annoverante numerosissimi associati e comprendente diversi campi di calcio in pieno centro, un'associazione esercente l'attività di pub, una motocicletta e disponibilità bancarie per un valore complessivo di circa due milioni di euro.

Le indagini riguardano il periodo tra il 1988 e il 2013 e hanno permesso di identificare una serie di beni che, benché formalmente intestati alla moglie e al fratello Giancarlo Vacante, sono stati ritenuti riconducibili a Roberto Vacante. 

L'appartenenza di Vacante al clan mafioso Santapaola deve farsi risalire sin dagli inizi degli anni 90', quando venne tratto in arresto insieme ad altri 33 coindagati, tutti appartenenti al clan "Santapaola", in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Catania nell'ambito dell'operazione di polizia denominata "Vega", in quanto ritenuto responsabile di associazione per delinquere di stampo mafioso finalizzata alla commissione di estorsioni, rapine usura ed omicidi. Roberto Vacante, annovera due condanne - ormai con sentenze passate in giudicato - per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento