Cura il tumore al seno da un guru, muore a 46 anni: la sua "lettera-testamento"

Quella che sta circolando sul web è la lettera che prima di morire la donna ha inviato a Massimilano Beretta, oncologo del Centro di riferimento oncologico di Aviano (Pordenone) dell'Istituto nazionale tumori

Radioestesia, fiori di Bach, metodo Hamer. Con questa cura 'prescritta' da un naturopata, è morta Maria, paziente catanese di 46 anni, affetta da una grave forma tumorale. Quella che sta circolando sul web è la lettera che prima di morire la donna ha inviato a Massimilano Beretta, oncologo del Centro di riferimento oncologico di Aviano (Pordenone) dell'Istituto nazionale tumori.

Una denuncia e testimonianza che fa luce su comportamenti imprudenti da parte di pazienti alla ricerca di cure miracolose. Nell’email spedita allo specialista friulano, Maria racconta la sua vicenda e ammette lo sbaglio nella cura che le è stato fatale.

Era l'autunno 2016: "Premetto che sono arrivata al Pronto soccorso in condizioni molto critiche - si racconta - perché avevo seguito i consigli di un naturopata che conoscevo da anni, ma che si è rivelato poi un lupo travestito da agnello, definizione sin troppo generosa per questo personaggio che praticava radioestesia, fiori di Bach, metodo Hamer e poi mi ha ridotta in fin di vita, dolorante, con problemi respiratori, debilitata e sottopeso di 10 chili. Sono precipitata da 42 a meno di 30 in qualche settimana". Nonostante l'intervento dei medici siciliani prima e di quelli del Cro poi, la paziente è deceduta alcuni mesi più tardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La signora mi ha contattato via mail - racconta Berretta all'Adnkronos Salute - il mio nome le era stato fatto da una persona che avevo seguito. Le sue condizioni cliniche poi non le hanno permesso di venire al Cro. Purtroppo ha scelto di curare il cancro al seno seguendo un naturopata: la terapia era a base di fiori di Bach e il discusso metodo Hamer". "Questi - aggiunge l'oncologo - sono tutta una serie di trattamenti alternativi che non hanno alcun fondamento scientifico e la signora, come ha scritto nella mail, ha capito troppo tardi che questa persona 'era un lupo vestito d'agnello'. Alla fine è arrivata a pesare 30 chili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento