Il meteo migliora: Protezione civile emana "codice giallo"

Visti i due giorni di pioggia ininterrotta e dopo la polemica sulla mancata chiusura da parte del Sindaco Bianco delle scuole di Catania, si è svolta nel Palazzo degli elefanti una riunione presieduta dal Capo di Gabinetto Beppe Spampinato

La situazione meteo per la giornata di domani dovrebbe avere un leggero miglioramento. La Protezione civile, infatti, ha emanato un bollettino con stato di allerta giallo. Le precipitazioni saranno isolate e sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori sud- orientali, con quantitativi cumulati deboli.

meteo-2-2

Oggi, visti i due giorni di pioggia ininterrotta e dopo la polemica sulla mancata chiusura da parte del Sindaco Bianco delle scuole di Catania, si è svolta nel Palazzo degli elefanti una riunione presieduta dal Capo di Gabinetto Beppe Spampinato e con la presenza di rappresentanti degli assessorati ai Lavori pubblici, alle Manutenzioni, alla Scuola, ai Servizi sociali e i responsabili di Pubblica incolumità, Protezione civile, Polizia Municipale e Amt e anche dei Vigili del Fuoco. Scopo della riunione era quello di fare il punto sui danni in edifici scuole e strade, esaminare criticità e rischi e pianificare gli interventi delle prossime ore.

VIDEO - VIA ETNEA COME UN FIUME

Si è discusso della necessità di avere indicazioni di allerta meteo più precise e di rispettare le linee guida emerse il 12 novembre del 2015 a Catania nel corso della giornata di confronto tra Dipartimento nazionale della Protezione civile, Regione e Comuni della Città metropolitana.

In quell'occasione era emerso come soltanto in caso di codice rosso - e non arancione come oggi - i Sindaci sarebbero stati tenuti a chiudere le scuole ed eventualmente gli uffici.

VIDEO- L'IRONIA DEL WEB

E' stata inoltre ribadita la necessità di chiedere al Governo e alla Regione di accelerare le procedure per far sì che i collegamenti tra i territori etnei e il canale di gronda - il progetto, dopo tre lustri, è stato ripreso quasi tre anni fa dall'Amministrazione Bianco - vengano realizzati al più presto. Ciò consentirà di evitare la formazione di autentici fiumi, una quantità d'acqua che nessuna pulizia dei tombini potrebbe mai smaltire, che si riversano dall'Etna fino alla zona costiera di Catania.

Nel corso della riunione di oggi è emerso che ieri e fino alla mezzanotte, in 24 ore dunque, le precipitazioni sono state mediamente molto abbondanti, di 200 mm nella zona nord della città e 130 nella zona sud. Le maggiori criticità sono state registrate intorno alle 15 e intorno alle 22 di ieri, quando in pochi minuti sono caduti 20 mm di pioggia. Dopo la mezzanotte e fino alle otto di questa mattina non ci sono stati altri picchi e sono caduti 60 mm di pioggia. Secondo le previsioni la situazione dovrebbe continuare così, con una distribuzione omogenea sul territorio, senza i picchi che determinano i maggiori problemi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per quanto riguarda la situazione delle scuole cittadine, in tutte c'è stata una bassa affluenza e in una decina di plessi sono state riscontrate infiltrazioni d'acqua, ma queste, tranne in qualche caso, non hanno causato particolari disagi - si legge nella nota del Comune - Le situazioni più difficili sono state riscontrate nelle scuole Parini, Calvino e nel plesso di viale San Teodoro della Brancati, a Librino. Inoltre la scuola Meucci - che ospita anche una succursale del Principe Umberto -, attigua all'edificio di via Volturno in cui si è verificato un crollo, è stata chiusa per qualche ora in via precauzionale per consentire verifiche sulla sicurezza. Nella costruzione danneggiata, i Vigili del Fuoco, dopo un esame, hanno escluso rischi per le parti dell'edificio abitate da alcune famiglie. L'Assessorato al Welfare si era comunque attivato per trasferirle, eventualmente, in dimore temporanee. Per il resto in tutta la città si stanno svolgendo numerosi interventi di piccola manutenzione segnalati in gran parte dai cittadini - basta telefonare al Centro segnalazione emergenza al 095484000 - e si sta continuando a monitorare il deflusso delle acque in canali e torrenti. Per la giornata di oggi l'Amministrazione comunale raccomanda ancora alla popolazione la necessaria prudenza e, in particolare, di evitare l'uso di mezzi a due ruote come moto, motocicli e biciclette".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento