rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Aci Sant'Antonio

Maltempo ottobre 2021 ad Aci Sant'Antonio, al via ricognizione dei danni da parte dell’utenza

La popolazione e i titolari di attività economiche e produttive, interessate dagli eventi calamitosi dello scorso ottobre e novembre, sono invitati a far pervenire all'Ufficio Protezione Civile del comune le schede di ricognizione dei danni

Fu una vera e propria devastazione quella generata dagli eventi meteo calamitosi dei mesi di ottobre e novembre del 2021, e alla luce di questo il Comune di Aci Sant'Antonio, che ha richiesto il riconoscimento dello stato di calamità per i danni provocati dalle piogge torrenziali (in merito alle quali il Consiglio dei Ministri deliberò lo stato di emergenza), ha previsto, in seguito alla nota prot. n. 30142 dell’11 novembre 2021, la possibilità di compilare delle schede per la ricognizione dei danni da parte dei cittadini santantonesi.

La popolazione e i titolari di attività economiche e produttive direttamente interessate dagli eventi calamitosi sono invitati, quindi, a far pervenire all'Ufficio Protezione Civile del Comune di Aci Sant'Antonio le relative schede di ricognizione dei danni (presenti sul sito web istituzionale dell’Ente), cioè il Modello B1, chiamato, ‘Ricognizione dei danni subiti e domanda di contributo per l'immediato sostegno alla popolazione’, e il Modello C1, chiamato ‘Ricognizione dei danni subiti e domanda di contributo per l'immediata ripresa delle attività economiche e produttive’.

Le istanze dovranno pervenire all'Ufficio Protocollo del Comune entro le ore 18.00 del giorno 24 marzo 2022, telematicamente all’indirizzo PEC comune-acisantantonio@legalmail.it oppure all’indirizzo https://www.comuneacisantantonio.ct.it comunicazione@comune.acisantantonio.ct.it 2 mail protocollo@comune.acisantantonio.ct.it, o brevi manu presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente, negli orari di ricevimento. Per eventuali ulteriori e specifiche informazioni è possibile contattare la Responsabile dell'Ufficio Protezione Civile del Comune, Geom. Rosa Mammino, al numero 3492352301.

“Ricordo che la situazione apparve subito grave – ha dichiarato il sindaco, Santo Caruso – e chiedemmo immediatamente lo stato di calamità. I danni, soprattutto ai privati, furono ingenti. Noi intervenimmo tempestivamente sul territorio, con i Vigili Urbani, la Protezione Civile e i volontari delle associazioni, coordinando gli interventi e monitorando la situazione nei punti di maggiore criticità, ma fu subito chiaro che sarebbe stato necessario assistere la popolazione soprattutto alla fine delle piogge. Oggi abbiamo la possibilità di fornire questo strumento per avere un quadro chiaro al fine di ottenere un aiuto economico importante. Invito quindi tutti i santantonesi interessati a farne il giusto utilizzo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo ottobre 2021 ad Aci Sant'Antonio, al via ricognizione dei danni da parte dell’utenza

CataniaToday è in caricamento