Maltempo, seconda municipalità in tilt: appello dei consiglieri

Il vice presidente della municipalità Alessandro Campisi, i consiglieri Adriana Patella e Giuseppe Russo hanno presentato una mozione per chiedere all'amministrazione comunale interventi radicali e definitivi per evitare che strade di questa parte della città si trasformino ancora in fiumi

Un efficace sistema per il deflusso della acque piovane in tutto il territorio di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio”. Il vice presidente della municipalità Alessandro Campisi, i consiglieri Adriana Patella e Giuseppe Russo, insieme alla maggior parte dei componenti della circoscrizione, hanno presentato una mozione per chiedere all’amministrazione comunale interventi radicali e definitivi per evitare che strade, piazze e slarghi di questa parte di Catania si trasformino ancora in laghi o fiumi artificiali. Una situazione vissuta con il maltempo dei giorni scorsi e che ha provocato disagi e problemi di ogni tipo a residenti, pendolari e commercianti. Dopo il caldo di agosto e settembre, la città si prepara infatti ad affrontare la stagione del freddo e delle piogge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella II municipalità, a causa del cattivo funzionamento dei tombini, la viabilità la scorsa settimana è andata sistematicamente in tilt con "decine di segnalazioni e proteste che sono pervenute ai nostri uffici circoscrizionali" fanno sapere dalla circoscrizione. "Difficoltà che si sono manifestate soprattutto ad Ognina ed a Picanello. Qui molti chiusini sono otturati a causa del fogliame e del terriccio che intasa il sistema per il deflusso delle acque piovane. Non solo, tanti tombini sono stati ricoperti dal catrame in seguito al rifacimento del manto stradale. Bitumazione che ha portato alcune arterie allo stesso livello del marciapiede. Il risultato è che, con i prossimi temporali, l’acqua sommergerà i marciapiedi invadendo le case e mettendo in ginocchio l’intero rione. I residenti dovranno restarsene ancora nelle proprie abitazioni e i commercianti saranno costretti a chiudere temporaneamente le proprie attività per evitare l’allagamento delle botteghe. Per queste ragioni chiediamo - concludono i consiglieri - un tavolo tecnico con l’amministrazione centrale in cui redigere una mappa delle caditoie e dei tombini esistenti nella municipalità di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio” ed avviare così un piano di manutenzione straordinaria nel breve e medio periodo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento