menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mama Sea, torna in vigore l'ordinanza di chiusura voluta dal Questore

Dopo un lite scoppiata nel locale il 7 luglio scorso un giovane, Carmelo Platania, fu volutamente investito da un'auto mentre attraversava la strada, morendo dopo giorni di agonia. L'attività aveva vinto il ricorso al Tar per la riapertura, ma adesso lo stesso tribunale ha riconosciuto la correttezza dell'ordine del questore

Lo scorso 7 luglio, dopo una lite scoppiata all'interno del locale estivo Mama Sea di Aci Castello, un 35enne, Carmelo Platania, era stato investito da una Peugeot 1007 mentre attraversava sulle strisce pedonali e volutamente trascinato per diversi metri. Si era trattato di una vera e propria vendetta da parte di un 24enne, Francesco Guardo che era fuggito poco dopo il fatto. La vittima, è morta a causa dei traumi riportati, dopo giorni di agonia e il "pirata" della strada, nonostante il tentativo di fuga e depistaggio, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di piazza Lanza.

A seguito del tragico episodio, il Questore Marcello Incardona, decise di far chiudere il locale per 15 giorni, applicando l'articolo 100 del TULPS, ovvero la sospensione, per motivi di ordine pubblico, della licenza per tenere trattenimenti danzanti all’interno dell’esercizio pubblico per due settimane.

Il Mama Sea però ha riaperto dopo pochi giorni, in seguito ad un ricorso al Tar , ma oggi lo stesso tribunale in composizione collegiale, ha riconosciuto come il decreto adottato dal Questore fosse giustificato nel merito dalla gravità dei fatti accaduti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento