Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Uccide le figlie e tenta il suicidio: ricoverata all'ospedale Vittorio Emanuele

La 41enne di Gela, Giuseppa Savatta, che ha ucciso le figlie di 9 e 7 anni costringendole a bere candeggina ha tentato poi di lanciarsi nel vuoto, ma il marito l'ha fermata. La donna è stata portata all'ospedale Vittorio Emanuele

E' stata ricoverata all'ospedale Vittorio Emanuele di Catania Giuseppa Savatta, la 41enne di Gela che ha ucciso le due figlie di 7 e 9 anni, Gaia e Maria Sofia, costringendole a bere candeggina. Poco dopo la donna avrebbe tentato di gettarsi nel vuoto dal balcone di casa, un'abitazione al secondo piano nel centro storico della città.

Il marito Vincenzo Trainito, ingegnere, 48 anni raggiunto al telefono dalla moglie è intervenuto ed è riuscito a fermarla. Le bambine sono state trovate senza vita dal padre e dal personale del 118 intervenuto in casa. Sul posto i carabinieri e il procuratore Fernando Asaro. Pare che la donna soffrisse da tempo di depressione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide le figlie e tenta il suicidio: ricoverata all'ospedale Vittorio Emanuele

CataniaToday è in caricamento