menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mamma di Nicole denuncia i medici: "Garza dimenticata dopo parto"

La donna, assistita dagli avvocati Michele Ragonese e Maria Chiaramonte, ha denunciato che i medici dopo la nascita di Nicole, avvenuta in modo naturale, hanno dimenticato di estrarle una garza, usata per delle medicazioni post partum

Non finisce l'odissea per la famiglia della piccola Nicole morta poche ore dopo la nascita mentre era su un'ambulanza in un viaggio verso Ragusa per la mancanza di posti letto nelle Unità di terapie intensive neonatali (Utin) ospedaliere etnee.

La madre di Nicole, Tania Laura Egitto, ha presentato un esposto alla Procura di Catania per lesioni personali. La donna, assistita dagli avvocati Michele Ragonese e Maria Chiaramonte, ha denunciato che i medici dopo la nascita di Nicole, avvenuta in modo naturale, hanno dimenticato di estrarle una garza, usata per delle medicazioni post partum.

Tania Laura Egitto, ricostruiscono i suoi legali, era stata ricoverata nell'ospedale Cannizzaro per un malore dopo essere stata dimessa dalla clinica Gibiino. Le era stata diagnostica un'infezione e lei aveva firmato le dimissioni volontarie per potere partecipare ai funerale della piccola a Mascalucia.

Una decina di giorni dopo Tania Laura Egitto è stata nuovamente colta da malore ed è stata ancora una volta ricoverata nell'ospedale Cannizzaro, dove esami medici hanno evidenziato la presenza di un corpo estraneo, la garza, che è stato estratto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Arredare

Soffitto: alcune idee per valorizzarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento