rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Mancata attuazione del ciclo delle performance: sindacato Usb presenta esposto al Comune

A denunciarlo è Sergio Giambertone, consigliere nazionale Usb, che ha presentato un esposto al Comune di Catania affinchè intervenga il Nucleo di Valutazione e vengano applicate le corrette procedure

Nella quasi totalità degli enti locali verrebbe meno l’attuazione da parte dei dirigenti delle procedure del ciclo della performance, con ripercussioni negative nell'attuazione delle norme sulla progressione economica orizzontale (Peo). A denunciarlo è Sergio Giambertone, consigliere nazionale Usb, che ha presentato un esposto al Comune di Catania affinchè intervenga il Nucleo di Valutazione e vengano applicate le corrette procedure.

Cosa dice la norma

Nelle amministrazioni pubbliche il concetto di performance è stato introdotto dal decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, che ne ha disciplinato il ciclo. Le diverse fasi consistono nella definizione e nell’assegnazione degli obiettivi, nel collegamento tra gli obiettivi e le risorse, nel monitoraggio costante e nell’attivazione di eventuali interventi correttivi, nella misurazione e valutazione della performance organizzativa e individuale, nell’utilizzo dei sistemi premianti. Il ciclo si conclude con la rendicontazione dei risultati agli organi di indirizzo politico-amministrativo, ai vertici delle amministrazioni, nonché ai cittadini, agli utenti e ai destinatari dei servizi. A livello della singola amministrazione è stata prevista l’istituzione di un organismo indipendente di valutazione (Oiv), con il compito di promuovere, garantire, monitorare, validare e controllare la correttezza dei processi relativi al ciclo della performance.

“Prassi consolidata da almeno cinque anni”

“Nella quasi totalità degli enti locali - spiega Giambertone -, purtroppo, non solo non vengono assegnati agli inizi dell’anno quali obiettivi ciascun dipendente dovrà realizzare, ma non vengono segnalate eventuali lacune a metà anno con l’indicazione di come migliorare. Inoltre, nella fase di valutazione finale al dipendente viene consegnata la scheda per la firma di presa visione senza alcun colloquio”. “Al momento - continua Giambertone - possiamo segnalare soltanto quelle direzioni di cui siamo venuti a conoscenza tramite le richieste di chiarimenti pervenute dai dipendenti del Comune ma, per le restanti direzioni, riteniamo che la mancata attuazione regolare delle norme e del regolamento sul ciclo della performance possa essere diventata una prassi consolidata da almeno cinque anni”.

La normativa indica le modalità di gestione del colloquio tra il valutatore e il valutato che deve essere condotto in modo da consentire al valutato di ricevere feedback strutturati sul modo in cui ha operato nell’anno precedente e di esprimere le proprie valutazioni e le proprie aspirazioni. Al valutatore di evidenziare i punti di forza e le aree di miglioramento in una logica di supporto e valorizzazione. La scheda deve essere strutturata in modo da dover riportare le eventuali osservazioni e rilievi del valutato che se non accolti dal valutatore si deve prevedere, nel regolamento di attuazione, una fase conciliativa presieduta, di solito, dal segretario generale che potrebbe, in accoglimento dei rilievi del valutato, modificare la valutazione conseguita e contestata. "Tali procedure - conclude Giambertone - trovano giustificazione dalla ratio delle norme sul ciclo della performance il cui obiettivo principale non è premiare o punire i lavoratori, ma formarli per migliorare i servizi offerti all’utenza. Per cui segnaliamo queste irregolarità al Nucleo di Valutazione a cui compete la misurazione e valutazione dei direttori e dei dirigenti, al fine di abbassare notevolmente la valutazione delle indennità di risultato spettanti ai dirigenti che non rispettano le procedure del ciclo delle performance. Quindi, nel caso in cui il Nucleo di Valutazione non dovesse intervenire in merito presenteremo un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale per mancata riduzione dell’indennità di risultato a quei dirigenti che non hanno rispettato e continuano a non rispettare le procedure”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancata attuazione del ciclo delle performance: sindacato Usb presenta esposto al Comune

CataniaToday è in caricamento