Cronaca

I professionisti del settore matrimoni scendono in piazza: "L'attesa deve finire"

E' stata indetta una manifestazione per mercoledì 5 maggio, a partire dalle ore 9 e fino alle ore 14, in piazza università a Catania, dove si riuniranno tutte le associazioni e i rappresentanti siciliani di categoria, per allestire un matrimonio in piena regola nel cuore del capoluogo etneo

"L'attesa deve finire. Questi lunghi, lunghissimi mesi di stop forzato e, soprattutto, di assoluto silenzio da parte delle istituzioni, non possono più proseguire. E' necessaria la riapertura immediata di tutto il comparto del wedding, della ristorazione, delle feste e degli eventi". Questa richiesta prenderà la forma di una manifestazione indetta per mercoledì 5 maggio, a partire dalle ore 9 e fino alle ore 14, in piazza università a Catania, dove si riuniranno tutte le associazioni e i rappresentanti siciliani di categoria, per allestire un matrimonio in piena regola nel cuore del capoluogo etneo. Una simulazione, certamente, ma che testimonierà, con una decina di tavoli sistemati e imbanditi e l'accoglienza di una cinquantina di ospiti, come si possano svolgere in totale serenità e con tutte le precauzioni e i protocolli sanitari vigenti anche gli eventi di questo comparto così martoriato e, soprattutto, dimenticato. #unitisiriparte: questo il motto, con tanto di hashtag, scelto dagli organizzatori, per far comprendere alle istituzioni che il fronte è unito, compatto e ingloba tutti, ma proprio tutti i settori di questa filiera, importante per l'economia dell'isola.

"Noi chiediamo delle date certe sulla riapertura del wedding e delle feste legate agli eventi". Lo dice all'Adnkronos-Labitalia lo chef Seby Sorbello, tra gli organizzatori della manifestazione #unitisiriparte dei professionisti del wedding, in programma mercoledì 5 maggio in piazza Università a Catania. "Nell'ultimo decreto - sottolinea - queste categorie non sono state assolutamente menzionate. Così noi operatori del catering e banqueting, delle location, wedding planner, fotografi, musicisti, animatori, responsabili e lavoratori di hotel, di sale banchetti, noleggiatori, proprietari di atelier di abiti da sposa, di auto da cerimonia, di fuochi d'artificio e di bomboniere, fioristi, allestitori, responsabili del service, di agenzie viaggio e celebranti ad oggi non abbiamo una data di ripartenza". "Visto che - fa notare Sorbello - siamo già giunti a maggio e che noi viviamo di programmazione non possiamo più aspettare. La manifestazione sarà pacifica e dimostrerà come con il montaggio di tavoli per un matrimonio come si possono assolutamente rispettare le normative anti-covid, senza mettere a repentaglio la salute pubblica. Gli eventi organizzati e realizzati con il rispetto del dpcm sono sicuri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I professionisti del settore matrimoni scendono in piazza: "L'attesa deve finire"

CataniaToday è in caricamento