Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Manutenzioni del Comune all'anno zero: 1 solo fabbro e mezzi con oltre 20 anni

Mezzi immatricolati anche nell'82 e su 74 dipendenti le figure tecniche e operative sono ridotte al lumicino

La città in dissesto, le mille emergenze quotidiane, il maltempo che riapre voragini sulle strade e crea altre situazioni di pericolo e una macchina amministrativa che sembra non avere mezzi e uomini per fronteggiare l'emergenza. E' quello che accade a Catania ma è una "patologia" comune a migliaia di enti locali del mezzogiorno d'Italia che, sia per i tagli continui sia per politiche che non hanno mai investito massicamente sul settore, si trovano con le manutenzioni all'anno zero.

Si tratta di un settore nodale, quello delle manutenzioni e dei servizi tecnici, per la sicurezza urbana e perché risponde - se funzionante e con la giusta dotazione di uomini e mezzi - alle esigenze della quotidianità dei cittadini.

A Catania su 74 dipendenti del settore c'è soltanto 1 fabbro, soltanto 2 conducenti di mezzi di cantiere, soltanto 8 esecutori edili e 5 di officina nonché 9 operatori tecnici. In compenso ci sono svariate figure amministrative, come 8 collaboratori informatici e 6 esecutori amministrativi. Sostanzialmente sono molti i dipendenti dietro una scrivania rispetto a quelli che dovrebbero essere in strada per effettuare riparazioni o per sorvegliare la condizione della città (che sono soltanto in 5).

Si tratta di numeri improponibili per una città che conta oltre 300mila abitanti. Del tema si è occupata anche la terza commissione consiliare come spiega il presidente Bartolo Curia: "Abbiamo effettuato un sopralluogo nell'officina in via Palermo. Consideriamo le manutenzioni la vita e l'anima della macchina amministrativa e, per questa ragione, abbiamo chiesto il piano giornaliero di lavoro e come si svolgono le varie operazioni, considerando che l'ufficio è attivo h 24. Ci sono molti impiegati amministrativi, ma servirebbero molti più tecnici".

"Dal sopralluogo - aggiunge Curia - abbiamo potuto appurare come funziona la macchina delle manutenzioni e la professionalità e dedizione degli operatori. Ad esempio il fabbro saldatore è una figura fondamentale, penso alle riparazioni per ringhiere divelte o altri interventi nelle situazioni di potenziale pericolo. Di certo chiederemo di rimpinguare il personale e di ottimizzare quello esistente, anche se sappiamo che tra pensionamenti, quota cento e taglio dei fondi è molto difficoltoso".

Ci sarà una nuova seduta della commissione consiliare sul tema. Intanto anche il parco mezzi è "povero" e alquanto vetusto. Basti pensare che un autocarro in dotazione risale al 1982, l'anno in cui l'Italia con il capitano Dino Zoff vinse il suo terzo mondiale, ed è stato poi ritargato nel 1999. Mentre le auto delle manutenzioni sono state tutte immatricolate tra il 1996 e il 2002, tra 500, Panda e Punto, e su 11 quelle guaste sono 2.

Ancora peggio per i mezzi a due ruote: nel 1986 erano state immatricolate 6 Vespe e ne funziona soltanto una. Mentre tre Piaggio Ape in dotazione, risalenti al 1999 sono tutte fuori uso. Stesso discorso per le tre motopale della Fiat, del 1981, che sono tutte e fuori uso.

Un bollettino di guerra che segna le difficoltà mai fronteggiate, nel corso degli anni passati, dalle varie amministrazioni e che si aggrava giorno dopo giorno in un Comune che deve affrontare il dissesto e un bilancio stabilmente riequilibrato "lacrime e sangue" ancora da approvare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzioni del Comune all'anno zero: 1 solo fabbro e mezzi con oltre 20 anni

CataniaToday è in caricamento