Un marchio di qualità per le aziende in regola: nasce "ZeroCaporalato"

E' il nuovo il marchio che la Uila proporrà alle aziende agroalimentari etnee per certificare produzioni realizzate nel rispetto delle norme sul lavoro

"ZeroCaporalato" è il nuovo il marchio di qualità che la Uila di Catania proporrà alle aziende agroalimentari etnee per certificare produzioni realizzate nel rispetto delle norme a tutela del lavoro dignitoso. "Vogliamo dare concretamente seguito alla recentissima legge contro le nuove schiavitù nel settore agricolo,- spiega Nino Marino, segretario regionale Uil - l'iniziativa sarà sottoposta anche all'attenzione di Fai Cisl e Flai Cgil".

"Alle imprese offriamo disponibilità al dialogo per avviare un percorso virtuoso che vada al di là e al di sopra dell'attività di repressione. La malapianta ha radici diffuse, come dimostra pure il rapporto Uil 2016 sui voucher che sono ancora incredibilmente poco utilizzati nel mondo agricolo a differenza di altri ambiti".

Per denunciare situazioni irregolari esiste il numero verde anticaporalato 800974263, attivo ormai da anni. La Uila esaminerà con Fai e Flai "iniziative specifiche per il controllo di regolarità nei rapporti di lavoro, coinvolgendo Fai-Flai-Uila con Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Agci, Confcooperative e LegaCoop.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento