rotate-mobile
Cronaca

Maresciallo della Guardia di Finanza chiedeva tangenti: arrestato

Il militare è stato bloccato dopo avere ricevuto una tangente da un avvocato che lavora per un'azienda oggetto d'inchiesta, al quale aveva chiesto dei soldi per evitare di coinvolgerlo nelle indagini

Concussione. Questo il reato commesso da un sottufficiale della guardia di finanza in servizio nel nucleo di polizia giudiziaria delle Fiamme gialle arrestato da suoi colleghi e da carabinieri del comando provinciale di Catania.

Il militare è stato bloccato dopo avere ricevuto una tangente da un avvocato che lavora per un'azienda oggetto d'inchiesta, al quale aveva chiesto dei soldi per evitare di coinvolgerlo nelle indagini.

Il legale, estraneo alla vicenda, ha denunciato l'episodio ai carabinieri che hanno avviato accertamenti. Il sottufficiale è stato bloccato quando ha ricevuto un secondo pagamento, per complessivi 5mila euro circa, ed è stato arrestato per concussione da carabinieri e guardia di finanza.

L'inchiesta è stata coordinata dalla Procura di Catania. L'indagato è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza, in isolamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maresciallo della Guardia di Finanza chiedeva tangenti: arrestato

CataniaToday è in caricamento