Marijuana nel ripostiglio, incastrato dal fiuto del cane antidroga

I carabinieri di Mascali hanno arrestato Stefano Mario Sciacca grazie al supporto dei colleghi del nucleo cinofili di Nicolosi

I carabinieri di Mascali, coadiuvati da personale del Nucleo Cinofilo di Nicolosi, hanno arrestato il 21enne Stefano Mario Sciacca, del posto, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La mirata attività info investigativa ha consentito ai militari di centrare l’obiettivo arrestando lo Sciacca, ancora una volta e per le stesse motivazioni legate allo spaccio di droga. Acquisite le opportune informazioni in merito infatti, i militari si sono recati presso l’abitazione dell’uomo circondandone il perimetro mentre il soggetto era ancora dentro e si rifiutava di aprire la porta, che poi ha aperto soltanto quando i militari hanno minacciato di abbatterla. Iniziata la perquisizione i militari hanno immediatamente rinvenuto un bilancino di precisione sul tavolo della cucina, mentre il fiuto infallibile del cane “Ivan” ha segnalato la presenza di droga nel comodino della stanza da letto. La ricerca del cane ha sortito l’esito sperato consentendo di rinvenire, occultata all’interno di una cavità del ripostiglio, una busta contenente 95 dosi di marijuana già pronte per lo smercio per un totale di circa 60 grammi, ciò avvalorando l’ipotesi che il giovane avesse temporeggiato nell’apertura della porta tentando disperatamente di nascondere la droga spostandola dall’accessibile comodino occultandola nel nascondiglio dove, suo malgrado, è stata invece rinvenuta. L’arrestato è stato tradotto nel carcere catanese di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento